San Raffaele Arcangelo. Il messaggero dell’Amore che guarisce

“San Raffaele arcangelo. Il messaggero dell’Amore che guarisce”
di Barbara Sartori.
Il Nuovo Giornale, 
pagine 32
Collana “Testimoni della fede”

CLICCA QUI PER SCARICARE UN CAPITOLO DEL VOLUME

San Raffaele è il meno noto dei tre Arcangeli che la Chiesa celebra il 29 settembre. Eppure è quello che più dovremmo oggi invocare, per guidarci nel viaggio della vita pieno di ostacoli, delusioni, ferite inferte e ricevute. “Medicina di Dio” – questo il significato del suo nome – Raffaele interviene a “riparare” tutto ciò che nel disegno d’amore di Dio si è incrinato. È invocato dagli sposi, sull’esempio biblico di Tobia e Sara, perché protegga il legame coniugale rinnovando la capacità di perdono e combattendo il demone Asmodeo, padre della lussuria.  È pregato dai giovani in cerca della loro vocazione. È protettore dei viaggiatori. Guarda con premura ai sofferenti, nel corpo e nello spirito. Non a caso San Giovanni di Dio, fondatore dei Fatebenefratelli, lo ebbe come assistente personale.

 

 

L’autrice. Barbara Sartori, giornalista professionista, laureata in Lettere moderne, è redattrice del settimanale della diocesi di Piacenza-Bobbio e collabora con Avvenire. Per la collana “Testimoni della fede” è autrice delle biografie di Francesca Cabrini, Angela Merici, Serafina Farolfi, Giuseppe ed Assunta Marchetti. Per la collana “I santi in tasca” è autrice delle biografie di Madre Teresa di Calcutta, suor Leonella Sgorbati, Gregorio X