Bertilla Antoniazzi. Il miracolo dell’amore

“Bertilla Antoniazzi. Il miracolo dell’amore”
di Barbara Sartori
Il Nuovo Giornale – Nuova Editrice Berti
pagine 64, euro 5
Collana “I Santi in tasca”

CLICCA QUI PER SCARICARE UN CAPITOLO DEL VOLUME

“La mia vocazione è quella di fare l’ammalata e non ho tempo di pensare ad altre cose”: Bertilla Antoniazzi sapeva spiazzare i suoi interlocutori. In soli vent’anni di vita, e per lo più trascorsi a letto – in casa, circondata dalla sua numerosa famiglia, o in una corsia d’ospedale – questa giovane originaria di Vicenza, morta nel 1964, è stata una maestra di saggezza e di amore per molte persone, medici compresi. Fedele socia dell’Azione Cattolica, devotissima a Maria, emanava una luce che attirava chiunque ne incrociasse il sorriso. Soffriva sin da bambina di una grave patologia cardiaca. La malattia le aveva insegnato a godere delle piccole cose, a usare bene il tempo a sua disposizione. “Un angelo”, “Una santa”: dice di lei chi ha avuto la grazia di conoscerla. La via che Bertilla ci indica è una via scandita di gesti quotidiani d’attenzione, di incoraggiamento a chi è nel dolore, di offerta per chi rischia di perdersi per sempre. Una via folle, agli occhi del mondo. La via della croce portata con gioia.

 

 

L’autriceBarbara Sartori, giornalista professionista, laureata in Lettere Moderne all’Università Cattolica di Milano, è redattrice del settimanale della diocesi di Piacenza-Bobbio “Il Nuovo Giornale” e collabora con il quotidiano “Avvenire”. Per “I Santi in tasca” ha scritto “Madre Teresa di Calcutta”, “Suor Leonella Sgorbati” e “Gregorio X”. Per la collana “Testimoni della fede” de “Il Nuovo Giornale” è autrice delle biografie di S. Francesca Saverio Cabrini, S. Angela Merici, Serafina Farolfi, Giuseppe ed Assunta Marchetti e S. Michele Arcangelo. Per le “Paoline” ha scritto la biografia dedicata alla beata Margherita di Città di Castello.